Progressi alla «Stängelweid»

Il progetto di ampliamento del centro di formazione dell’Associazione Svizzera delle Piastrelle ASP a Dagmersellen sta procedendo bene. Quale partner di lunga data dell’ASP sosteniamo con piacere questo progetto innovatore fornendo tutto il nostro appoggio con i nostri sistemi e un sacco di know-how nella realizzazione pratica. Come c’era da aspettarsi la ceramica gioca ovviamente un ruolo determinante nell’edificio di nuova costruzione, pertanto Saint-Gobain Weber è qui assolutamente nel suo elemento. In cantiere, negli spazi interni, lavorano tra l’altro contemporaneamente due dei nostri clienti.

La Keramik Allenbach AG di Hünibach sta attualmente rivestendo le pareti della sala polivalente con piastrelle di grande formato (120 x 240 cm) in gres fine porcellanato da 6 mm e utilizza allo scopo il nostro primer weber grund rapid, così come la malta adesiva weber 2000 flor-flex. Successivamente sarà la volta del pavimento che riceverà altre piastrelle sempre in gres fine porcellanato dello stesso formato. Nel foyer, dove i lavori inizieranno verso fine maggio, per le pareti sono previste a loro volta piastrelle di grande formato con un particolare andamento cromatico; sul pavimento saranno invece posati piccoli clinkerini di calcare arenario (5 x 20 cm) applicati con la nostra apprezzata malta adesiva per pietra naturale weber tras forte.

La ditta A. Blatter AG di Berna si sta parallelamente occupando delle camere da letto e delle stanze da bagno. Anche qui ritroviamo grandi formati da 120 x 240 cm nei bagni, dove una parete sarà tuttavia rivestita con piastrelle più piccole da 12 x 24 cm. Per le pareti delle camere saranno invece utilizzate piastrelle da 60 x 120 cm, mentre per i pavimenti formati medi da 40 x 80 cm. Il capocantiere Tim Bohren racconta come l’handling delle piastrelle più grandi sia estremamente impegnativo e spiega che servono rispettivamente tre operai per portare all’interno ogni singola lastra, applicarvi sopra la colla weber 2000 flor-flex e posizionarla infine con la dovuta precisione; il tutto, si badi bene, con l’ausilio di sollevatori a ventosa! Per l’impermeabilizzazione dei bagni e dei servizi si lavora a sistema chiuso esclusivamente con prodotti weber. Nelle complessive 48 camere da letto, per le quali è prevista una realizzazione a tappe, tra pareti e pavimento saranno posati rispettivamente 30 m2 di ceramica.

Il completamento dei lavori e la contestuale consegna dell’edificio sono previsti nel corso dell’estate. Non «molliamo la presa» e continueremo a tenervi informati.